Cascate Martuljek

Poco dopo Kranjska Gora si raggiunge l’abitato di Godz Martuljek da cui inizia questa camminata che in circa 45 minuti porta ad ammirare la prima spettacolare cascata e in altri 45 muinuti la seconda.

Il terreno è scivoloso soprattutto nei pressi della cascata quindi consigliamo scarponi e bastoncini.

Il dislivello fino alla prima cascata è di circa 200 metri e poco oltre la cascata è presente il rifugio “Brunarica pri Ingotu”dove si possono mangiare cibi tradizionali. (Non grande scelta, ma tutto buono). Se si vuole raggiungere anche la seconda cascata, il dislivello complessivo è di 400 m.

L’ itinerario inizia poco prima del ponte sulla Sava dove, sulla destra, è presente un parcheggio accanto all’ hotel Triangel.

Il primo pezzo della camminata coincide con la ciclabile che unisce Kranjska Gora e Jesenica. Dopo alcune centinaia di metri sua sinistra si stacca una strada sterrata: qui inizia il sentiero vero e proprio che nella prima parte è percorso didattico con molte informazioni sulla flora e le tradizioni della zona. Arrivati a un bivio si seguono le indicazioni per Slap (cascata) tenendo la sinistra. La strada a destra è quella che percorreremo in discesa.

La camminata inizia a costeggiare il torrente regalando scorci molto suggestivi con ponti di legno da attraversare e scalette che ci fanno prendere quota.

La cascata appare all improvviso in tutta la sua maestosità! Dopo le foto di rito abbiamo proseguito, sempre con molta cautela per il fondo scivoloso.

Si prosegue seguendo le indicazioni per “slap 2”, si supera una fonte (izvir), denominata fonte della giovinezza e si arriva in breve ad un altro bivio: a sinistra in pochi minuti si arriva  al rifugio da cui si gode di una bella vista sul monte Spik e le Alpi Giulie. Per chi volesse allungare la camminata, invece, continuando a seguire le indicazioni per “slap 2”, in altri 45 minuti con ulteriori 200 m di dislivello, si potrà ammirare la seconda spettacolare cascata Martuljek incastonata tra le rocce. Questo secondo tratto, però, come indicato anche dai cartelli lungo il sentiero, è consigliato solo a chi ha già un po’ di esperienza di montagna perchè, oltre al fondo scivoloso, ci sono alcuni passaggi con cordino metallico (non esposti ma che richiedono agilità e passo sicuro).

Per il ritorno abbiamo seguito le indicazioni per Godz Martuljek evitando di percorre le scalette in discesa dell’ andata. Ci siamo cosi ricongiunti dove terminava la parte didattica del sentiero.

1 Comment

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...