Bivacco Costantini

Una splendida camminata all’interno del Parco delle Prealpi Giulie, nell’Alta Val Resia: un pittoresco bivacco rosso incastonato sotto il Torrione Mulaz, accanto alla Baba Grande e alla Baba Piccola.

Avvicinamento:

Se si proviene da Udine, dall’autostrada si esce a Carnia e si procede in direzione di Resiutta, successivamente si seguono le indicazioni per Stolvizza ed infine per Coritis, un piccolo paesino nell’ Alta Val Resia. Da qui si seguono le indicazioni per Malga Coot percorrendo per 5 km una stretta strada asfaltata senza barriere piuttosto tortuosa fino ad arrivare ad un parcheggio dove lasciare l’auto.

Dislivello, tempo di percorrenza, punti di appoggio:

Dal parcheggio bastano 10 minuti per raggiungere Malga Coot (quota 1190m.) punto di partenza della nostra camminata. Malga Coot è una delle più antiche strutture malghive della Val Resia, ideale come base di appoggio per le varie camminate che da qui partono. Solitamente apre verso la metà di maggio (ma l’apertura può variare in base alle condizioni metereologiche) e chiude all’inizio di novembre. Ottimi piatti tipici e formaggi prodotti con il latte delle mucche della malga.

Per arrivare al Bivacco Costantini si segue il sentiero CAI 642 e poi 731. Tempo di percorrenza in salita 1 ora e 30 per un totale di 6,6 km. (a/r). Dislivello 500 metri.

Camminata adatta a:

Bambini che possono essere portati in marsupio/fascia o che sono già abituati a camminare in montagna (dai 5 anni in su). Camminata di media difficoltà.

Percorso non fattibile con passeggino.

Stagione consigliata:

Fine primavera, estate, autunno

Itinerario:

Il sentiero CAI 642 inizia dal retro dell’edificio di Malga Coot. Si sale sul pascolo soprastante mantenendosi sulla sinistra entrando in un bel bosco di faggi. Dopo aver percorso un tratto in falsopiano, si interseca un canalone oltre il quale il sentiero esce in breve dal bosco sull’ampia radura prativa degli Stavoli di Berdo di Sopra (quota 1281m.) dove  il panorama si apre  sulla Val Resia e sulla catena dei Musi. A questo punto (cartelli presenti) si abbandona il sentiero CAI 642  per imboccare il CAI 731 che conduce al Bivacco Costantini (1 ora e 15 da qui). Il sentiero ora inzia a salire con pendenza più decisa: si attraversa una piccola zona boschiva di faggi fino a superare un largo greto con una sorgente (non perenne). Si incontra quindi una fitta macchia di mughi dove la vista, di fronte a noi, si apre sulle imponenti Babe (la Baba Piccola e la Baba Grande) e il Torrione Mulaz, sotto il quale si scorge già l’inconfondibile sagoma rossa del bivacco. Si sale sul sentiero a svolte strette fino ad arrivare all’ultimo tratto della camminata: il sentiero ora è invaso da un ghiaione grossolano (ci sono i segni bianchi e rossi ben evidenti sui sassi) che si percorre fino al raggiungimento di un bivio. Si svolta a sinistra seguendo la scritta rossa “Bivacco” su una roccia e in pochi minuti, riprendendo a questo punto il sentiero vero e proprio, si raggiunge la meta finale, il pittoresco Bivacco Costantini, a quota 1690m., incassato nelle rocce del massiccio Torrione Mulaz. E’ una struttura fissa in lamiera rossa sempre aperta: offre ricovero con 4 letti a castello, coperte e materassi. Non c’è acqua nelle vicinanze né una stufa all’interno della struttura. Esternamente dispone di un tavolino con panche. Questo bivacco risale al 1981, precedentemente ce n’era un altro in pietra poco distante da quello attuale che fu distrutto.

Dal bivacco si può godere di un panorama eccezionale sulla Val Resia, sull’Amariana, sul Coglians, sulla catena dei Musi e il Monte Lavara .

Per il rientro si ripercorre lo stesso itinerario dell’andata.

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...