Casera Cum e Forte di Monte Ercole

Piacevole passeggiata nel gemonese perfetta per chi desidera godersi la pace della natura e bei panorami a due passi da casa.

Avvicinamento:

Percorrendo la Pontebbana in direzione Nord, superato l’abitato di Gemona, si seguono le indicazioni sulla destra per Ospedaletto  e si prosegue puntando alla chiesa del paese dove ci sono vari parcheggi in cui poter lasciare l’auto.

Dislivello, tempo di percorrenza, punti di appoggio:

Si tratta di una semplice passeggiata alla portata di tutti: in totale –andata e ritorno- sono 4 km per 150m di dislivello percorribili in un paio d’ore (incluse anche la soste e la visita al Forte). Tutto il percorso si sviluppa al 90% su strada sterrata e al 10% su asfalto. Non ci sono punti di appoggio lungo la camminata, ma ad Ospedaletto ci sono parecchi bar.

Camminata adatta a:

Bambini che possono essere portati in marsupi/zaini o già camminanti (dai 3-4 anni in su). Percorso fattibile anche con passeggini da trekking.

Stagione consigliata:

Tutte le stagioni sono perfette per questa camminata dal momento che la quota massima raggiunta non è molto alta (368m.  Casera Cum).

Itinerario:

Parcheggiata la macchina davanti alla Chiesa, si imbocca Via del Lago, una stradina che inizia proprio sulla destra rispetto alla Chiesa. Inizialmente si cammina su un  tratto di asfalto superando un gruppo di abitazioni e, dopo essere passati sotto il ponte della ferrovia, si prosegue su strada sterrata. Dopo una decina di minuti si troveranno sulla destra dei cartelli e si continuerà in quella direzione percorrendo così tutta Via del Lago fino alla confluenza con Via Monte Ercole nei pressi di un casolare con ampi prati antistanti. A questo punto si gira a sinistra camminando  sempre dritti fino ad arrivare ad un secco tornante in corrispondenza del quale si tralascia sulla sinistra una strada secondaria che scende. Si prosegue invece a destra finchè si giunge all’ingresso del Forte di Monte Ercole (quota 306m., 30 minuti con passo tranquillo da Ospedaletto).

Il Forte risale all’inzio del ‘900 e faceva parte della linea difensiva dell’Alto Tagliamento. Merita sicuramente una breve visita al suo interno: bunker, gallerie e montacarichi collegano i diversi vani del grande complesso fortificato il cui blocco centrale è protetto da una linea trincerata coperta e interamente percorribile.

La camminata prosegue, dall’interno della fortezza, imboccando la strada parzialmente lastricata che sale in maniera piuttosto decisa. Dopo circa un quarto d’ora si arriva alla meta finale di questo itinerario: vasti e bellissimi prati ospitano Casera Cum (quota 368m.) alle pendici del Monte Cumieli. Si tratta una grande casera in muratura attualmente chiusa ma in procinto di essere ristrutturata e riaperta. Il panorama che si apre da quassù è molto ampio: spiccano il Monte San Simeone e il Brancot con il paese di Bordano e il Tagliamento, la sella di Interneppo, il Monte Cjampon e il Paluris in lontananza. I prati dinnanzi alla Casera sono veramente molto estesi, perfetti per un bel pic nic e per le corse dei bambini. Abbiamo trovato anche un bellissimo gregge di pecore e caprette che ci hanno osservato con curiosità.

Meravigliose in questo periodo le splendide fioriture di primule, crocus, violette ed ellebori.

Il ritorno si svolge lungo la strada dell’andata.

Annunci

1 Comment

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...