Lago Dimon e Monte Paularo

Da Tolmezzo si procede in direzione di Paluzza, Treppo Carnico, seguendo poi le indicazioni per Ligosullo ed infine per Castel Valdajer (quota 1340 m.) dove c’è ampio spazio di parcheggio. E’ possibile raggiungere Castel Valdajer anche da Paularo superando il Passo del Duron. Da Valdajer si presentano più possibilità per salire al meraviglioso lago Dimon: se i bimbi sono buoni camminatori, si può salire a piedi lungo la strada sterrata che inizia sulla sinistra lunga circa 6,5 km che, con 500 m. abbondanti di dislivello, porterà a questo gioiello naturale. La strada si snoda inizialmente nel bosco, successivamente continua a salire con pendenza costante sempre in esposizione al sole (ricordarsi cappellino e crema solare!) facendo a poco a poco prendere quota. Il panorama che si offre alla vista è stupendo:  la valle con i paesi di Treppo Carnico, Sutrio, Paluzza e man mano che si sale la visibilità si allarga sempre di più sulle montagne circostanti. Il lago Dimon compare davanti agli occhi all’improvviso (quota 1852m.) come una gemma incastonata tra le montagne e la sua bellezza lascerà senza fiato… Si tratta di un piccolo specchio d’acqua posto nella conca dell’omonimo monte e del monte Paularo: è il risultato dell’esarazione glaciale wurmiana, infatti 15000 anni fa questa zona era coperta da una calotta glaciale. In questo periodo dell’anno si possono ammirare ancora meravigliose fioriture di genziane di Koch, rododendri, narcisi selvatici e, se non si fa troppa confusione, si possono addirittura vedere le marmotte!

La lunga strada sterrata che conduce al lago Dimon può anche essere percorsa interamente con l’auto (o anche solo un pezzo, lasciando la macchina lungo uno dei tornanti) per chi non potesse o non se la sentisse di percorrerla a piedi. Il fondo è sterrato (salvo qualche breve tratto asfaltato) e discreto: non servono necessariamente fuori strada, qualsiasi auto può accedervi purchè si sia prudenti (la strada non ha barriere di protezione).

Dal lago Dimon la strada sterrata continua a salire aggirando il lago e regalando panorami sempre più ampi e splendidi. In breve si troverà sulla sinistra quel che resta della vecchia Casera Dimon e successivamente un altro laghetto molto più piccolo del Dimon, ma ugualmente suggestivo. Per chi avesse ancora fiato e gambe, da qui si può imboccare il sentiero CAI 404 che in circa mezzora (200m. di dislivello) conduce sulla cima del Monte Paularo (2043m.). Una piccola fatica in più che ci ha molto gratificati per il superbo panorama che ci si è presentato davanti a noi: l’inconfondibile maestosità del gruppo del Coglians, lo Zoncolan, la catena del Canin, il Monte Lovinzola, l’Amariana, il Sernio e la Grauzaria, la Creta di Aip, le Dolomiti bellunesi e molte altre cime delle Alpi Carniche e Giulie. Dalla cima è possibile anche veder sfrecciare magnifici grifoni e corvi reali.

Dopo un bel pic nic e dopo esserci rifatti gli occhi con queste meraviglie della natura, ci siamo rimessi in cammino lungo lo stesso percorso dell’andata.

 

Annunci

2 Comments

  1. Ciao ! Vorrei portare la famiglia a vedere questo lago, anche per fare alcuni filmati con il drone. Qual’è il punto sulla mappa più vicino per arrivarci in auto ? Grazie mille e complimenti per il sito che seguo sempre.

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...