Campanili del Lander

 

Una camminata adatta a bambini già allenati, ma molto panoramica e particolare, alla scoperta dei pinnacoli di roccia. Abbiamo percorso il sentiero dei Lander, ad Arta Terme. Da Piano d’Arta si prosegue lungo via Marconi, si supera il maneggio e poco dopo sulla destra si trovano le prime indicazioni su una tabella in legno per il sentiero dei Lander. Con l’auto si prosegue per un breve tratto lungo la stretta rotabile fino arrivare alla fine della strada sterrata (piccolo parcheggio). Da lì, sulla sinistra comincia il sentiero, segnato da apposito cartello. (Volendo si puà iniziare anche qualche metro oltre, percorrendo ancora un piccolo tratto di strada sterrata). Nei pressi di un parcheggio più ampio, lì ci sono ulteriori indicazioni per il sentiero (408), sempre sulla sinistra.

Il percorso si sviluppa nella parte iniziale in modo abbastanza ripido all’interno di un bel bosco di faggi. La traccia è sempre ben segnata e nei punti più ripidi i corrimano di legno aiutano a non scivolare. Si sale sempre con costante pendenza fino a raggiungere il bellissimo bivacco Lander, ristrutturato nel 2016. Da lì, con un piccolo sforzo, si percorrono gli ultimi metri di dislivello fino a raggiungere la quota massima, 1300, da dove si ammirano i  Cjampanii dal Lander (campanili dell’antro) situati nella nicchia del Monte Rivo, che complessivamente formano un insieme di balze frastagliate, dette Lis Vinadiis, che le leggende del luogo descrivono infestate da anime dannate.

Qui un pannello consente di approfondire l’origine di queste che possono sembrare delle sculture di roccia.

Si tratta di una paleo-frana. La zona  è stata ed è tuttora sede di erosione torrentizia e di intensi ruscellamenti che hanno profondamente modificato l’antica superficie di frana. E piccole frane si possono vedere e sentire continuamente.

Svetta vicino ai campanili una statua della Madonna, la Madonnina del Lander, che in origine era collocata proprio nell’antro dei campanili. Dopo un’alluvione si è deciso di posizionarla in un punto più sicuro, meta ogni anno di un tradizionale pellegrinaggio che si svolge alla fine dell’estate dal paese di Piano d’Arta.

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...